KARL HASS a capo di gruppi austriaci 

A Roma c'è un traffico incredibile di oppositori di etnia tedesca...

 

 

STRALCIO dell’atto 63 della pratica I.R. 403.948

Fonte: Stefano

Li 1° novembre (1950?)

 

Omissis…

 

 

Da informazioni attendibili risulta che certa Paula Kunt, della minoranza austriaca in Jugoslavia, è attualmente profuga in Austria.

 

 

Essa ha ottenuto dal comando americano il compito che d’ora in avanti essa sola dovrà occuparsi degli invii clandestini di gruppi in Jugoslavia.

 

 

Diversi austriaci, negli ultimi tempi, vengono a Roma come pellegrini, ma sono invece aderenti ad un movimento clandestino austriaco filo-tedesco (maggiore HASS) e sono nello stesso tempo collaboratori della Kunt.

 

 

Essi cercano di mobilitare in Italia diversi profughi scelti individualmente e non per gruppi. La scelta avviene nella più grande segretezza. I prescelti partono per la Germania e affermano che emigreranno negli USA o in Austria, ma a Monaco scendono dai treni e con guida speciale vengono fatti passare in Austria in attesa di essere spediti in Jugoslavia.

 

 

A Bagnoli i più fanatici nazionalisti jugoslavi hanno cercato di mettersi in contatto coi tedeschi incaricati del reclutamento, ma non sono riusciti allo scopo perché essi agiscono col tramite di italiani che mantengono il segreto.

 

 

Risulta che i tedeschi oltre ad avere come capo il maggiore HASS, sono in rapporti anche col gruppo tedesco che fa capo al generale GUDERIAN. Detto gruppo sarebbe di carattere antiamericano.

(fine appunto)