Logo Storia Veneta

Capitano dei Marines: in due frasi la verità sull’Afghanistan

 

 capitanomarines

 

 

30 Ago 2021  15,179

(Lucas Kunce a Sangin, Afghanistan, con le forze di sicurezza locali nel 2014)

Lucas Kunce per The Kansas City Star23 agosto 2021

 

 

Quello che stiamo vedendo in Afghanistan in questo momento non dovrebbe scioccarvi. Sembra così solo perché le nostre istituzioni sono intrise di sistematica disonestà. Non serve una dissertazione per spiegare quello che state vedendo. Solo due frasi.

 

Uno: per 20 anni, politici, élite e capi militari di Washington ci hanno mentito sull’Afghanistan.

 

Due: quello che è successo la scorsa settimana era inevitabile, e chiunque dica il contrario vi sta ancora mentendo.

 

Lo so perché ero lì. Due volte. Nelle task force delle operazioni speciali. Ho imparato il Pashto come capitano dei marines americani e ho parlato con tutti quelli con cui ho potuto: gente comune, élite, alleati e sì, anche i talebani.

 

La verità è che l’Afghan National Security Forces era un programma di lavoro per gli afghani, sostenuto dai dollari dei contribuenti statunitensi – un programma di lavoro militare popolato da persone non militari o da forze “di carta” (che non esistevano davvero) e da un gruppo di élite, che prendevano quello che potevano quando potevano.

 

Probabilmente non lo sapevate. Questo è il punto.

 

E non è stato solo l’Afghanistan. Hanno mentito anche sull’Iraq.

 

Ho guidato una squadra di marines che addestrava le forze di sicurezza irachene a difendere il loro paese. Quando sono arrivato ho ricevuto una tabella “a semaforo” sulle loro presunte capacità in dozzine di missioni e responsabilità. Verde significava che erano buoni. Il giallo era necessario un miglioramento; il rosso diceva che non potevano farlo affatto.

 

Ero felice di vedere quanto erano avanti sulla carta – finché non ho iniziato a lavorare con loro. Ho tentato di aggiustare i grafici per riflettere la realtà e sono stato rapidamente fermato. Le valutazioni non potevano scendere. Questo era l’accordo. Era il tipo di menzogna che faceva andare avanti la guerra.

 

Così, quando la gente mi chiede se abbiamo fatto la scelta giusta uscendo dall’Afghanistan nel 2021, rispondo sinceramente: assolutamente no. La decisione giusta era uscire nel 2002, 2003. Ogni anno in cui non siamo usciti è stato un altro anno che i talebani hanno usato per affinare le loro abilità e tattiche contro di noi – la migliore forza di combattimento del mondo. Dopo due decenni, 2.000 miliardi di dollari e quasi 2.500 vite americane perse, il 2021 era troppo tardi per prendere la decisione giusta.

 

Si potrebbe pensare che quando tutto è crollato intorno a loro, avrebbero accettato la verità. Pensateci bene.

 

I falchi affamati di guerra suggeriscono che i nostri soldati non erano in pericolo. Beh, quando ero lì, due incredibili marines della mia unità sono stati uccisi.

 

Gli scribacchini elitari stanno addirittura incolpando il popolo americano per quello che è successo la scorsa settimana. Quello stesso popolo americano cui hanno continuato per anni a mentire sull’Afghanistan. Mi state prendendo in giro?

 

Ci meritiamo di meglio. Invece di spendere 6,4 trilioni di dollari per “costruire una nazione” in Medio Oriente, dovremmo iniziare a costruire una nazione proprio qui a casa nostra.

 

Non posso credere che questa sia una proposta controversa, ma già a Washington vediamo alcuni degli stessi architetti di questi disastri mediorientali che si oppongono all’idea di investire una frazione di quella somma per costruire il nostro paese.

 

Le bugie sull’Afghanistan sono importanti non solo per i soldi spesi o le vite perse, ma perché sono rappresentative di una disonestà sistematica che sta distruggendo il nostro paese dall’interno.

 

Ricordate quando ci hanno detto che l’economia si era ripresa? Un’altra bugia.

 

Il nostro stato del Missouri ha avuto la peggiore ripresa economica dalla Grande Recessione in questa parte del paese. Vedo i negozi in rovina e i lotti sfitti – uno dei quali era la casa della mia famiglia. Quando le élite del nostro paese predicavano su come avevano risolto la crisi finanziaria e il mercato immobiliare era in piena espansione, ho visto la casa da cui uscito per entrare nel Corpo dei Marines stare sul mercato per due anni. Mio padre alla fine ha ottenuto 43.000 dollari. Aveva un debito di 78.000 dollari.

 

L’unica via d’uscita è essere onesti con il popolo americano. Inizierò io. Con la verità in due parole su ciò che stiamo vedendo in Afghanistan in questo momento:

 

Per 20 anni, i politici, le élite e i leader militari di Washington ci hanno mentito sull’Afghanistan.

Quello che è successo la scorsa settimana era inevitabile, e chiunque dica diversamente vi sta ancora mentendo.

 

 

 

Lucas Kunce, nativo di Cole County, è un veterano dei marines e un sostenitore dell’antitrust. È un candidato democratico per il Senato degli Stati Uniti.

Link: https://www.kansascity.com/opinion/readers-opinion/guest-commentary/article253641358.html

(Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per il sito Comedonchisciotte.org)